Itinerario #1:
Cinisello Balsamo

A cura del Centro di documentazione Storica di Cinisello Balsamo

e dell’Associazione Amici del Milanino

“L'ultima corte… Corti, cortili, cascine tra Balsamo e Cinisello”

Prima del 1928, gli abitanti dei due paesi di Balsamo e di Cinisello vivevano quasi esclusivamente dei prodotti della terra. Le fotografie dei primi decenni del XX secolo ritraggono infatti i due borghi, con caseggiati attestati sulle piazze principali e caratterizzati da edifici rustici con corti interne, spesso collegate tra loro, contornati da ampie distese di campi coltivati, prevalentemente a gelsi con vite. Le fonti iconografiche attestano che la situazione perdura fino a quando lo sviluppo urbano degli anni Cinquanta determina un sostanziale cambiamento nello skyline cittadino, con palazzi di cinque o sei piani che svettano tra le più antiche case-corte locali. Lo spazio libero all’interno dell’abitato continua comunque ad essere luogo di aggregazione e di pratiche sociali, sia produttive che ludiche. 

Negli anni Ottanta i cortili ospitano ancora i giochi dei nuovi cittadini di Cinisello Balsamo, ma la loro identità va via via esaurendosi con l’inizio del XXI secolo, quando le nuove costruzioni privilegiano i giardini di quartiere o condominiali, con aree di gioco attrezzate. Le ultime cascine sono spesso adibite a depositi o a sedi di produzioni artigianali, i cortili cittadini diventano luoghi sempre più negletti, privi di vita, destinati ad accogliere il nuovo flusso migratorio senza averne sempre le potenzialità. Ignorati per anni negli interventi di riqualificazione urbana, sono sempre più spesso coinvolti nei progetti di ristrutturazione architettonica promossi dalle nuove generazioni, sia per la disposizione degli spazi abitativi, più a misura d’uomo, sia per l’intima atmosfera “di paese” di cui sono una delle ultime tracce tangibili. 

 

Itinerario

storico

I post stanno per arrivare
Restate sintonizzati...

 La corte (o cortile), nata in epoca romana, è uno spazio scoperto di un edificio progettato al fine di dargli maggiore luce ed aerazione. Le più antiche corti di Cinisello Balsamo risalgono al XVIII secolo.

 

Il progetto di studio sulle corti e le cascine locali cerca di offrire uno sguardo storico sulla tipologia di “corte”, dai modelli più antichi ai cortili edificati nell’ottocento, fino alle realizzazioni più tarde di inizio novecento.

Generalmente le corti lombarde avevano una funzione agricola; si tratta quindi di un complesso di edifici abitato da famiglie di contadini appartenenti ad una o a diverse azione rurali. A Cinisello Balsamo, la presenza di questa tipologia sul territorio è tuttavia ridotta a pochi casi isolati.

 

Molti cortili cinisellesi si ispirano al modello classico con distribuzione degli alloggi a ballatoio e cortile destinato ad orto. Non a caso, la socialità all’interno della corte svolge da sempre un ruolo fondamentale, a partire dal primo oratorio della città ospitato proprio in una di queste. Vi sono però casi in cui i cortili svolgono funzioni differenti rispetto alle classiche, promuovendo la ripresa della tradizione alimentare tipica oppure accogliendo percorsi e progetti nell’ambito del sociale. Infine, in occasione delle più recenti ondate migratorie, i cortili hanno accolto i nuovi abitanti di Cinisello Balsamo, continuando ad essere luogo di aggregazione e modello di vita comune all’interno dello sviluppo della città contemporanea.

 

L’itinerario storico delle corti di Cinisello Balsamo è stato costruito sulla base della mostra L’Ultima corte… Corti cortili cascine tra Balsamo e Cinisello, curata dal Centro Documentazione Storica del Comune di Cinisello Balsamo per il progetto Qb – Quanto basta… Il buono del Nord Milano.

Le schede descrittive che compongono l’itinerario sono state redatte dagli studenti della classe IV L del Liceo Linguistico G. Casiraghi di Cinisello Balsamo, sotto la supervisione del CDS.

Eventi & News

I post stanno per arrivare
Restate sintonizzati...